Una vita trascorsa nell’attesa

Cosa succede quando procrastini tutta la vita
Articoli | 09/06/2020

“Attendiamo sempre, e la vita è passata”

 Pierre de Nolhac

 

Siamo nel 2020 e negli ultimi mesi abbiamo passato molto tempo in casa, accorgendoci magicamente di avere del tempo a disposizione. Quel che ha fatto la differenza è come lo abbiamo passato. Se abbiamo sprecato quel tempo, non riuscendo a trovarci nulla di positivo o di costruttivo, allora quasi sicuramente dopo il lockdown abbiamo scoperto di aver ancora meno voglia di cercare opportunità rispetto a prima.

Così, ancora una volta, rimaniamo alla finestra, lasciando che la vita ci scorra davanti, impietosa, mentre si porta via via pezzi di esistenza e di opportunità mancate. Ancora una volta è l’indolenza che con la sua violenza invisibile ci sbarra la strada e ci nasconde mete e gioie.

Se la nostra vita è passata in una lunga e indeterminata attesa, nella speranza che improvvisamente ci succeda qualcosa di bello, allora tutto ciò che vivremo sarà solamente un tempo di sospensione. Lungo, interminabile, insapore e senza bellezza. Sarà come aspettare un treno che non passa mai. Perché la vita non viene a noi, ma siamo noi a dover andarci a prendere ciò che pensiamo di meritare.

Dare la colpa alle persone, agli accadimenti e ai tempi non è un atteggiamento maturo, poiché la causa non è mai esterna. Che ci piaccia o no la responsabilità di come viviamo è solo nostra, anche se a volte preferiamo illuderci che non sia così.

Se veramente crediamo di meritare qualcosa di meglio, allora dobbiamo andare a prendercelo, non attendere che arrivi da fuori. Questo è l’atteggiamento delle persone adulte e responsabili, che trasformano le opportunità in potere. L’attesa è produttiva se è strategica e ricercata, altrimenti è solo infantile ed inutile.

Certo che esponendoci, rischiamo le critiche, il fallimento, il dolore, la paura, ma non facendolo il nostro cuore, il nostro istinto, le nostre passioni saranno sempre più massacrati. Se rimaniamo nella sterile speranza che un ipotetico Dio veda i nostri meriti e li premi, allora non faremo nulla per farli arrivare, e mai giungeranno.

La vita sta accadendo ora, non domani. Stare dietro le quinte dell’esistenza ci impedirà di fare brutte figure, di vivere esperienze dolorose, a volte fallimentari, ma, rimanendo lì dietro, non ci saremo mai messi davvero in gioco. Quindi il vero e unico fallimento sarà quello di non aver vissuto.

 

RIFLETTI E RISPONDI SINCERAMENTE A TE STESSO

  • Stai sperando in un futuro migliore? Ti stai illudendo che le cose col tempo vadano meglio, o che tutto si aggiusti?
  • Credi di meritare qualcosa di più e credi che la vita sia stata ingiusta? Speri che qualcuno scopra i tuoi talenti e li faccia fruttare al posto tuo?
  • Rimandi ciò che desideri perché i tempi non ti paiono maturi e credi che più avanti ti sentirai più pronto a raggiungere ciò che vuoi?
  • Stai realmente facendo del tuo meglio per ottenere ciò che vuoi o magari credi che tanto nulla cambierà anche se ti dai da fare?
  • Stai vivendo davvero la vita che desideri? O ti sei seduto a guardare rassegnato la tua esistenza che ti scorre davanti?
Per i trattamenti Cristian Caregnato riceve a:

Vicenza e Rovigo

Per fissare un appuntamento chiama il numero
335 674 0706
sono disponibili sessioni anche via skype
NOTA BENE: Tutte le tecniche contenute in questo sito consistono nell'interpretazione dello stato energetico e globale della persona. Non comportano valutazioni diagnostiche di tipo medico, non costituiscono cure o terapie mediche. Esse sono un sostegno collaborativo e non intendono assolutamente sostituirsi all'azione del medico curante. Le dichiarazioni contenute nel presente sito non sono destinati a diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia. Queste informazioni vengono date esclusivamente per scopi didattici.
Iscriviti per ricevere gli aggiornamenti e gli articoli di approfondimento: