La Bontà: un valore frettolosamente archiviato

Riscoprire ed esaltare la nostra primordiale integrità
Articoli | 21/07/2017

“L’unico segno di superiorità che conosco è la bontà.”

-Ludwing Van Beethoven-

 

Guardavo il mare della Sardegna filtrato dalle mie lenti polarizzate: era di un blu intenso, vivo, commovente. E come spesso capita in queste occasioni la mente si svuota completamente per lasciare spazio a considerazioni di varia natura, nessun calcolo, solo un naturale fluire di pensieri e qualche ricordo a caso.

Questa volta l’occasione si presenta con una riflessione sulla bontà, un valore cha abbiamo frettolosamente archiviato, come se avesse già portato tutti i suoi insegnamenti cosicchè il cuore degli umani avesse la possibilità di occuparsi d’altro. Peccato che questa volta la fregatura è stata veramente grande.

Perché la bontà è stata spesso confusa con la “coglionaggine” (termine che nelle nostre zone si usa anche in un noto proverbio), con “più sei buono e più ti fregano”. Il buono è stato identificato con la persona debole, senza carattere, un individuo a cui va bene tutto e che non ha discriminazione tra giusto e sbagliato. Insomma, i fraintendimenti sono stati tanti e ce li siamo bevuti tutti.

Cosa ci ha portato a questo stato di cose? Com’è stato possibile che nel collettivo si radicasse questa idea così distorta? Difficile da individuare in maniera chiara la questione, ma forse degli elementi da analizzare ci sono. In età moderna la filmografia d’oltreoceano ha dato una mano sostanziale a questo stato di cose.

Così in una reazione a catena gli ultimi anni si sono trasformati in un proliferare di corsi sull’autostima, molti dei quali non hanno dato all’utente finale una corretta discriminazione sull’argomento. Possono bontà e amor proprio convivere? Assolutamente sì, anzi la bontà è un valore da mantenere e da esaltare, un solido terreno sul quale costruire un individuo migliore.

Non ho nulla contro i corsi di autostima, ci mancherebbe, ma non tutti possono insegnare, soprattutto quando non si capisce ciò che si insegna o, peggio, l’insegnante lo fa per convincere sé stesso riguardo l’argomento trattato (repetite iuvant).

Autostima e amor proprio non sono inseparabili, egoismo e bontà d’animo sono incompatibili.

Una sana autostima non si forma per imposizione, né con la ripetizione di astruse formule psicologiche o tramite rituali magici da consumare in ambienti simil-pseudo-esoterici, ma si matura con il tempo, come i buoni frutti, risanando le proprie ferite interiori e lavorando seriamente sulle proprie emozioni.

Possono convivere bontà, autostima, buoni sentimenti e successo? Io credo fermamente di sì, perché persone così ho avuto la fortuna di incontrarle, esistono ed emanano carisma, fascino, luce, sono esseri che ammagliano con lo sguardo e le parole.

Facciamoci delle domande e facciamocele seriamente, guardandoci intorno e parlando con tutte le persone che conosciamo e sono state sfigurate nell’anima da insegnamenti distorti. Il naturale espandersi di amor proprio e autostima lasciano posto a virtù come la bontà e l’ascolto, il rispetto e l’aiuto, perché il riconoscimento di sé stessi va a pari passo con il riconoscimento dell’altro.

La bontà, come avrai notato, è il mantra di questo breve articolo e volutamente non ho cercato altri sinonimi.

Come sosteneva Rousseau, “l’uomo è buono per natura, è la società a corromperlo”, per questo nella mia mission c’è e ci sarà sempre spazio e mezzi per entrare in contatto profondo con questa nostra parte innata, che è stata sepolta da valanghe di preconcetti, esperienze, pensieri e delusioni.

Questa straordinaria epoca ci sta facendo scoprire che i modelli sociali e spirituali tentano di emulare in maniera bislacca una primordiale integrità che è solo riscoprire ed esaltare.

Quindi smettiamo di mettere in dubbio se sia o meno conveniente essere buoni. Piuttosto esaltiamo ciò che di più bello può darci questo nostro meraviglioso modo di essere umani.

Cristian Caregnato

Per i trattamenti Cristian Caregnato riceve a:

Vicenza e Rovigo

Per fissare un appuntamento chiama il numero
335 674 0706
sono disponibili sessioni anche via skype
NOTA BENE: Tutte le tecniche contenute in questo sito consistono nell'interpretazione dello stato energetico e globale della persona. Non comportano valutazioni diagnostiche di tipo medico, non costituiscono cure o terapie mediche. Esse sono un sostegno collaborativo e non intendono assolutamente sostituirsi all'azione del medico curante. Le dichiarazioni contenute nel presente sito non sono destinati a diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia. Queste informazioni vengono date esclusivamente per scopi didattici.
Iscriviti per ricevere gli aggiornamenti e gli articoli di approfondimento: